Dj Arch night 2019: quando l’architetto sale in console

Mercoledì 18 settembre, torna Dj Arch Night, l’evento che trasforma architetti e designer milanesi in provetti dj. Per chi ama i party un ottima occasione per divertirsi e scoprire un mondo spesso non così aperto al pubblico.

Per una sera, grandi studi di architetti e designer di Milano diventano location festaiole, a suon di musica selezionata dal vivo dagli stessi “padroni di casa” che salgono in console con il supporto di dj professionisti per proporre la propria playlist.

Dalle 20 di domani, tutti in pista per godere di un party itinerante che in questga sesta edizione coinvolge una cinquantina di studi milanesi e dodici showroom di design. E chi partecipa ha un ruolo attivo perchè, oltre a divertirsi, potrà votare la miglior performance musicale per ogni showroom, attraverso un’apposita cartolina fornita all’ingresso. Chicco Giuliani, speaker di Radio Deejay, valuterà le più votate ed eleggerà la migliore facendo vincere un viaggio per due persone a Ibiza. Novità di quest’anno anche la cover della playlist che ogni architetto dj avrà realizzato per l’occasione, anch’essa premiata dallo stesso Giuliani.

E per il pubblico, molto interessante la partnership con Cityscoot, che metterà a disposizione i propri scooter ecologici (gratuitamente per i nuovi iscritti per circa quaranta minuti), per muoversi in agilità tra gli showroom partecipanti.

Per accedere gratuitamente ai vari party bisogna accreditarsi qui e compilare l’apposito modulo.

Ecco qui tutti gli indirizzi della DJ Arch Night 2019: 

Casalgrande Padana/Lualdi in Foro Buonaparte 74 con BARRECA & LA VARRA, CBĀ Studio – Christian Bianco Ārchitects, MGALAB – Architetto Giovanni Musica, SBGA – Blengini Ghirardelli

Cosentino in piazza Fontana 6 con DESIGN INTERNATIONAL, PROGETTO CMR, rgastudio, rma – roberto murgia architetto

Élitis in via Savona 97 con Atelier(s) Alfonso Femia, Davide Cumini Studio, Studio Mabb, Tétris

Grohe in via Crocefisso 19 con ATIproject, CABERLONCAROPPI, FEDERICO DELROSSO ARCHITECTS, MMA Projects

H2Otto by Ceramica Sant’Agostino – Effegibi – Irsap – Vismaravetro in via Crocefisso 27 (ingresso da via Molino delle Armi) con 02ARCH, GaS Studio SDARCH Trivelli&Associati, studiononis

Herman Miller in corso Garibaldi 70 con aMDL CIRCLE, GIUSEPPE TORTATO ARCHITETTI, LOMBARDINI22, One Works

Jannelli&Volpi / Manerba in via Melzo 7 con AMA – ALBERA MONTI & ASSOCIATI, D2U – Design to Users, e45, Metrogramma

Jaquar Group in viale Vittorio Veneto 6 con BINOCLE, Desearq Studio, Gaudenzio Micotti Architetto, PAZdesign

Kreon in via Vincenzo Forcella 5 con DAAA Haus, DUCCIO GRASSI ARCHITECTS, FABRIC INTEGRATED ARCHITECTURE, FORO Studio

Modulnova in corso Garibaldi 99 con deamicisarchitetti, LMArchitettura, MIGLIORE + SERVETTO ARCHITECTS, STUDIO02MILANO

Pedini Brera in corso Garibaldi 9 con LPzR architetti associati, Lucchesedesign, marcocarininteriordesigner, MAURIZIO FAVETTA KINGSIZE ARCHITECTS

Smeg in via della Moscova 58 con minimal48, PR5 Studio, PRINCIPIOATTIVO Architecture Group, Studio MILO

 

Are you ready to party?

 

Author: Claudio Burdi

Claudio Burdi, nasce e vive da sempre a Milano. Giornalista pubblicista dal 2005 e blogger ha scritto e scrive di nightlife, ristorazione, eventi, turismo, food&beverage e tendenze per diverse testate nazionali (Corriere.it, Vivimilano.it, Leggo, Blogo.it, Nightlife, Intown magazine, Mixer, 02blog.it etc.), fin dal 2001. Esperto di licensing ha collaborato con le principali agenzie del settore che gestiscono i diritti per realizzare merchandising e promozioni. E' inoltre, da quindici anni pr, press officer e organizzatore di eventi per diverse aziende in vari settori merceologici: dall'enogastronomia al turismo, dall'entertainment alla televisione, dal beauty agli accessori. Da sempre amante del buon bere, del buon cibo e dei viaggi, frequenta location ed eventi, in Italia e all'estero, dedicandosi e vivendo con passione e piacere il mondo della notte. Entusiasta ed eclettico ha fatto di molti suoi interessi e del suo stile di vita una professione. La sua vicinanza con il panorama dei pubblici esercizi, locali e ristoranti, che visita per diletto e per lavoro, gli hanno permesso di sviluppare una profonda conoscenza e una spiccata sensibilità sul mondo del beverage e della ristorazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *