Ristoranti aperti ad agosto 2019 a Milano

Agosto in città? Tra cene all’aperto o al fresco di sale dotate di aria condizionata, pranzi di ferragosto o brunch domenicali, per i palati gourmet ed esploratori del gusto può essere un’occasione per scoprire cucine, esotiche o tradizionali, mai visitate prima. E sono sempre di più i ristoranti che restano aperti per tutto il mese, accontentando turisti e residenti con le loro delizie gastronomiche.

Gli appassionati di cucina asiatica si possono sbizzarrire: dalle oltre 500 portate del menu del nuovissimo 168 Chinese Township , il ristorante cinese più grande d’Italia con una sala totalmente dedicata alle hot-pot, una sorta di bourguignonne dove cuocere ogni tipo di pietanza in brodi caldi, speziati o piccanti,

alle ricercate proposte di Mu Dim Sum, regno dei dim sum della cucina Hong Kong e cantonese come i cannelloni di riso al vapore, con ripieno di gamberi, una spettacolare anatra alla pechinese o una pancetta di maiale biologico cotta a bassa temperatura, con salsa piccante

a quelle di Bon Wei, per un viaggio nell’alta cucina e nella tradizione di oltre 8 regioni della del grande Paese asiatico.

Piatti fusion thai e vietnamiti si gustano nell’incantevole giardino con “grandi alberi” e bambu dello Shambala (chiuso dal 12 al 18)

mentre uramaki sfiziosi e creativi sono i protagonisti della carta di Bomaki, catena trendy con svariate location in tutta la città, da Sempione a Moscova a Citylife.

Il Giappone più vero e classico, lo si trova da Osaka, da vent’anni punto di riferimento per amanti del sushi, ramen e washoku così come vuole la tradizione

(foto © Francesco Mion – courtesy uff. stampa)

mentre più fusion e creativo è quello proposto da Finger’s Garden.

Tante specialità messicane, tra tacos, ceviche, tostadas e tante ricette tradizionali, nell’elegante Besame Mucho

così come nel modaiolo e più easy Agua Sancta , mezcaleria dal guizzo mediterraneo con piatti e drink tutti da gustare.

Per chi ama il pescato, scelto al bancone e poi cucinato, tra crudi e cocktail favolosi, c’è Pescheria con Cottura

o Moscara Terra d’Otranto, per assaggiare le eccellenze del mare del Salento e di tanti piatti tipici pugliesi dal friscous alle verdure selvatiche di campo (mugnoli, cicoria, marasciuoli) al pesce crudo di Gallipoli olio, limone e sale al sedano così come una succulenta varietà di pizze dagli ingredienti unici e con farine biologiche e ai cinque cereali, tra cui la tipica puccia.

Ai meatlover non deve mancare una visita da T O P carne – The Outstanding Place, elegante e raffinato regno delle migliori carni alla griglia provenienti da ogni parte del mondo,

mentre i modaioli e trendy più festaioli, vanno sul sicuro scegliendo il Jazz Cafè, dove ogni sera ad una cena con squisite portate fusion mediterranee e internazionali, dal sushi alla famosa “cotolettona”, segue un djset per scatenarsi tra i tavoli.

Insomma, non mancano proprio le possibilità di passare un agosto in città davvero wowowow!!

Author: Claudio Burdi

Claudio Burdi, nasce e vive da sempre a Milano. Giornalista pubblicista dal 2005 e blogger ha scritto e scrive di nightlife, ristorazione, eventi, turismo, food&beverage e tendenze per diverse testate nazionali (Corriere.it, Vivimilano.it, Leggo, Blogo.it, Nightlife, Intown magazine, Mixer, 02blog.it etc.), fin dal 2001. Esperto di licensing ha collaborato con le principali agenzie del settore che gestiscono i diritti per realizzare merchandising e promozioni. E' inoltre, da quindici anni pr, press officer e organizzatore di eventi per diverse aziende in vari settori merceologici: dall'enogastronomia al turismo, dall'entertainment alla televisione, dal beauty agli accessori. Da sempre amante del buon bere, del buon cibo e dei viaggi, frequenta location ed eventi, in Italia e all'estero, dedicandosi e vivendo con passione e piacere il mondo della notte. Entusiasta ed eclettico ha fatto di molti suoi interessi e del suo stile di vita una professione. La sua vicinanza con il panorama dei pubblici esercizi, locali e ristoranti, che visita per diletto e per lavoro, gli hanno permesso di sviluppare una profonda conoscenza e una spiccata sensibilità sul mondo del beverage e della ristorazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *