Puccia al polpo

Girovagando per la città, in zona Tortona proprio davanti al passaggio pedonale della stazione di Porta Genova, ecco un goloso ristorante che non dovete perdere. Servizio eccellente, ambiente giovane e curato, dove lo chef di origine campana Vincenzo Nappi esprime l’attaccamento alla sua terra d’origine con tanti golosi piatti in un ricco menu con predilezione al pescato, in chiave gourmet (ma non nelle porzioni!). Ma di questo vi parlerò più avanti, mentre oggi vi segnalo questa specialità disponibile purtroppo solo a pranzo. Una Puccia con polpo, semplicemente spettacolare, che si fa divorare dal primo all’ultimo morso, lasciandoti la voglia di volerla tornare a mangiare. Davvero wowowow.

 

 

 

Dove: al Barart di via Tortona 4 a Milano

Chef: Vincenzo Nappi

Author: Claudio Burdi

Claudio Burdi, nasce e vive da sempre a Milano. Giornalista pubblicista dal 2005 e blogger ha scritto e scrive di nightlife, ristorazione, eventi, turismo, food&beverage e tendenze per diverse testate nazionali (Corriere.it, Vivimilano.it, Leggo, Blogo.it, Nightlife, Intown magazine, Mixer, 02blog.it etc.), fin dal 2001. Esperto di licensing ha collaborato con le principali agenzie del settore che gestiscono i diritti per realizzare merchandising e promozioni. E' inoltre, da quindici anni pr, press officer e organizzatore di eventi per diverse aziende in vari settori merceologici: dall'enogastronomia al turismo, dall'entertainment alla televisione, dal beauty agli accessori. Da sempre amante del buon bere, del buon cibo e dei viaggi, frequenta location ed eventi, in Italia e all'estero, dedicandosi e vivendo con passione e piacere il mondo della notte. Entusiasta ed eclettico ha fatto di molti suoi interessi e del suo stile di vita una professione. La sua vicinanza con il panorama dei pubblici esercizi, locali e ristoranti, che visita per diletto e per lavoro, gli hanno permesso di sviluppare una profonda conoscenza e una spiccata sensibilità sul mondo del beverage e della ristorazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *