International Hamburger Day: il 28 maggio è la festa dell’hamburger

Evviva l’hamburger! Oggi per chi non lo sapesse è l’International Hamburger Day, una giornata nata per festeggiare uno dei simboli dello street food americano che ha letteralmente conquistato i palati di tutto il mondo. Un panino apprezzato da tutti, carnivori e non (sono tantissime le versioni nate per vegetariani e vegani), di cui chef blasonati o semplici “paninari” hanno creato ogni tipo di ricetta, farcendoli con ingredienti diversi, utilizzando pani speciali, cuocendoli e insaporendoli in ogni modo immaginabile.

Personalmente non sono un super carnivoro ma ogni tanto di hamburger ne ho davvero proprio voglia. E le voglie si devono soddisfare, no? Personalmente amo il cheeseburger classico, quello con il cheddar cheese originale statunitense (un amore nato da giovane, quando ogni anno passavo diversi mesi negli States ospite dei miei tanti parenti d’Oltreoceano), ma devo dire che ne ho assaggiati di meravigliosi sia in baracchini assurdi che in ristoranti top.

Ad ognuno il suo, secondo il proprio gusto personale, dico io. Ma proprio in questi giorni c’è chi ha realizzato una ricerca che fotografa i gusti degli italiani per l’hamburger. Si tratta di Uber Eats, la piattaforma di food delivery di Uber, attiva su Milano e in altre 14 città italiane, che svela le tendenze e le preferenze, in tal senso, dei suoi utenti. Ed ecco che si scopre così che il preferito è il Bacon Cheese Burger (24%), seguito dal Cheeseburger classico (10%); che l’italiano non gradisce nel panino i cetriolini sott’aceto e la cipolla (ingredienti classici dell’hamburger americano); che viene ordinato e consumato più spesso a cena o come spuntino di mezzanotte (e aggiungerei pure che in tempi pre Covid-19 anche per placare la fame alcolica post serata in discoteca); che è tanto apprezzato che nel periodo 1 marzo-16 aprile troviamo ben 5 tipologie di hamburger (Classico, Bacon Burger, Chicken Burger, Doppio Hamburger, Doppio Cheeseburger) nella TOP 10 dei piatti più ordinati su Uber Eats.

Insomma per celebrarlo degnamente in questo giorno speciale, bisognerebbe cedere alla tentazione e mangiarne uno. E per l’Hamburger Day su Uber Eats non potevano mancare promozioni accattivanti come quella di STREAT – Food&Beers a Milano che propone il suo hamburger di fassona STREAT1 a 1€, come quella di Dog Out a Napoli con il 5€ di sconto su una spesa di 20€, o quella del Burger King di Roma che propone il 50% di sconto sul suo Social Distancing Whopper – WHOPPER50.

E se invece volete farvelo voi a casa con un guizzo di golosa creatività provatelo con una fetta di gorgonzola (uno dei miei formaggi preferiti). Sul sito del Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola Dop potete trovare tante gustose ricette come l’hamburger di manzo con melanzane e Gorgonzola Dop dolce, di ceci con Gorgonzola Dop piccante e cipolle rosse caramellate o il burger di Gorgonzola Dop dolce e lenticchie. Giusto per darvi un’idea di come realizzare il vostro burger perfetto. Enjoy it!

 

 

 

Author: Claudio Burdi

Claudio Burdi, nasce e vive da sempre a Milano. Giornalista pubblicista dal 2005 e blogger ha scritto e scrive di nightlife, ristorazione, eventi, turismo, food&beverage e tendenze per diverse testate nazionali (Corriere.it, Vivimilano.it, Leggo, Blogo.it, Nightlife, Intown magazine, Mixer, 02blog.it etc.), fin dal 2001. Esperto di licensing ha collaborato con le principali agenzie del settore che gestiscono i diritti per realizzare merchandising e promozioni. E' inoltre, da quindici anni pr, press officer e organizzatore di eventi per diverse aziende in vari settori merceologici: dall'enogastronomia al turismo, dall'entertainment alla televisione, dal beauty agli accessori. Da sempre amante del buon bere, del buon cibo e dei viaggi, frequenta location ed eventi, in Italia e all'estero, dedicandosi e vivendo con passione e piacere il mondo della notte. Entusiasta ed eclettico ha fatto di molti suoi interessi e del suo stile di vita una professione. La sua vicinanza con il panorama dei pubblici esercizi, locali e ristoranti, che visita per diletto e per lavoro, gli hanno permesso di sviluppare una profonda conoscenza e una spiccata sensibilità sul mondo del beverage e della ristorazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *